Differenza tra anonimato e riservatezza

La protezione delle informazioni è vitale in molti aspetti della vita. Ad esempio, sondaggi e ricerca le attività in campo medico, religioso, politico, solo per citarne alcuni, possono richiedere rigide anonimato e riservatezza misure messe in atto. I partecipanti impegnati in studi di ricerca, test medici o impegno pubblico potrebbero voler preservare la propria identità. Questo può essere fatto tramite accordi sulla privacy, l'anonimato o la riservatezza. La comprensione di questi termini è fondamentale sia per gli intervistatori che per i partecipanti a qualsiasi di queste attività.



Cos'è l'anonimato?

Questa è una situazione in cui gli identificatori univoci di un partecipante come numeri di telefono, numeri ID, e-mail dettagli, fotografie, nome e indirizzo non vengono raccolti dai ricercatori. I dati raccolti non dovrebbero avere alcun identificatore che consentirebbe l'identificazione di una persona se combinati. Ad esempio, mentre l'età da sola non è un identificatore univoco, la combinazione di fattori come sesso, dati demografici, età, Comunità e studi specifici possono facilmente portare all'identificazione di un partecipante.

Cos'è la riservatezza?

La riservatezza si riferisce a uno scenario in cui i dati raccolti sono mantenuti riservati in modo tale che solo il ricercatore o gli investigatori possano accedervi. Gli identificatori di dati specifici non sono quindi divulgati al pubblico e non vengono segnalati in modo tale da identificare gli intervistati. Potrebbero essere raccolte le informazioni personali del partecipante come nome, data di nascita, posizione e informazioni di contatto. Per garantire la riservatezza, il ricercatore dovrebbe quindi adottare misure come la protezione con password, la crittografia e anche garantire che eventuali copie cartacee siano bloccate in modo sicuro negli archivi.



Somiglianze tra anonimato e riservatezza

  • Entrambi sono termini importanti nella raccolta dei dati e nella ricerca
  • Entrambi lavorano per salvaguardare le informazioni personali dei partecipanti

Differenze tra anonimato e riservatezza

Definizione

L'anonimato è una situazione in cui gli identificatori univoci di un partecipante come un numero di telefono, numeri ID, e-mail dettagli, fotografie, nome e indirizzo non vengono raccolti dai ricercatori. D'altra parte, la riservatezza si riferisce a uno scenario in cui i dati raccolti sono mantenuti riservati in modo tale che solo il ricercatore o gli investigatori possano accedervi.

Identità dei partecipanti

Nell'anonimato, gli identificatori univoci di un partecipante come numeri di telefono, numeri ID, dettagli e-mail, fotografie, nome e indirizzo non vengono raccolti dai ricercatori. Al contrario, in via confidenziale, i dati dei partecipanti raccolti sono mantenuti riservati in modo tale che solo il ricercatore o gli investigatori hanno accesso ad essi e non sono utilizzati al pubblico o segnalati in modo tale da identificare gli intervistati.

Tipo di studi di ricerca

Mentre l'anonimato è comunemente usato negli studi quantitativi, la riservatezza è comunemente usata sia negli studi quantitativi che qualitativi.



Uso comune

Mentre l'anonimato è comunemente usato nelle interviste, negli studi sui commenti generali e nei sondaggi online, la riservatezza è comunemente usata nei questionari, nelle interviste, negli studi di ricerca medica e negli impegni pubblici.

Anonimato e riservatezza: tabella di confronto

Riepilogo dell'anonimato e della riservatezza

Il conoscenza dell'anonimato e della riservatezza devono essere sottolineati, soprattutto alle persone impegnate in attività di ricerca. Mentre l'anonimato si riferisce a una situazione in cui gli identificatori univoci di un partecipante come numeri di telefono, numeri ID, dettagli e-mail, fotografie, nome e indirizzo non vengono raccolti dai ricercatori, la riservatezza si riferisce a uno scenario in cui i dati raccolti sono mantenuti riservati in modo tale che solo il ricercatore o gli investigatori vi hanno accesso.