Differenza tra fallimento e protezione dal fallimento

fallimentoFallimento vs Tutela fallimentare

Il fallimento si riferisce a uno stato in cui un individuo o un'organizzazione non è più in grado di rimborsare i suoi creditori e questo è stato legalmente dichiarato alle parti necessarie secondo le leggi sul fallimento di quel particolare paese. Negli Stati Uniti, la legge applicabile è il Codice fallimentare degli Stati Uniti, ma le leggi sui fallimenti possono differire da Stato a Stato.



Un individuo o un'organizzazione viene dichiarata fallita ai sensi del Capitolo 7 del Codice fallimentare quando si rende conto che sono profondamente indebitati e qualsiasi procedura per il recupero è impossibile. Ciò quindi richiede un fallimento semplice in cui il tribunale nomina un fiduciario che rivede le attività e liquida le attività dell'individuo o della società. Il denaro risultante viene utilizzato per saldare le spese amministrative mentre il denaro rimanente viene utilizzato per saldare i creditori garantiti e i creditori non garantiti nel rispettivo ordine.

A volte, sia gli individui che le società presentano istanza di protezione dal fallimento se ritengono di poter recuperare finanziariamente, dato un po 'di tempo e una certa quantità di ristrutturazione e riorganizzazione nonostante siano in gravi difficoltà finanziarie in questo momento. Le persone chiedono protezione contro il fallimento

ai sensi del Capitolo 13 e le organizzazioni presentano istanza di tutela fallimentare ai sensi del Capitolo 11 Il tribunale, invece di liquidare i beni, richiede alla società o al singolo di elaborare un piano di ristrutturazione e assegna anche un comitato da parte sua per proteggere le altre parti interessi come creditori e azionisti nel caso di organizzazioni.



Secondo il capitolo 7, il fallimento, mentre i creditori garantiti saranno pagati per primi, seguiti dai creditori chirografari che hanno presentato richieste, non è necessario che gli azionisti siano informati nel caso delle organizzazioni. Ai sensi del capitolo 11, relativo alla protezione contro i fallimenti, tutte le parti, compresi i creditori garantiti e non garantiti, nonché gli azionisti, dovranno essere informati del piano di ristrutturazione e tali parti dovranno accettare il piano prima che venga attuato.

Ai sensi del capitolo 7 sul fallimento, una volta che un individuo o un'organizzazione è dichiarato fallito, tutte le operazioni e le transazioni cessano, mentre ai sensi del capitolo 9 o del capitolo 13 protezione dal fallimento, gli individui e le organizzazioni possono continuare le loro normali operazioni, ma tutte le decisioni significative devono essere approvate dalla Corte .

Sommario:
1. Secondo il Codice fallimentare degli Stati Uniti, quando un individuo presenta istanza di fallimento ai sensi del Capitolo 7, viene legalmente dichiarato che la parte non è in grado di rimborsare i creditori e quindi le attività vengono liquidate per pagare i debiti. Quando individui o organizzazioni presentano istanza di protezione dalla bancarotta ai sensi del Capitolo 13 o del Capitolo 11, ritengono che, nonostante si trovino attualmente in cattive condizioni finanziarie, con un po 'di tempo, le finanze possono essere riorganizzate per dimostrarsi redditizie.
2. Ai sensi del capitolo 7 sul fallimento, tutte le operazioni cessano dopo la dichiarazione di fallimento, mentre ai sensi del capitolo 11 o 13 della protezione dal fallimento, le operazioni successive alla dichiarazione continueranno normalmente.
3. Al Capitolo 7 non è necessario avvisare gli azionisti mentre al Capitolo 11 gli azionisti dovranno accettare il piano di riorganizzazione proposto dalla società. Tuttavia, la Corte ha il potere di annullare il rigetto se lo ritiene giusto.