Differenza tra capitalismo e mercantilismo

Capitalismo vs mercantilismo



Il capitalismo si è evoluto dal mercantilismo e mentre entrambi i sistemi economici sono orientati in direzione profitto, questi sistemi presentano differenze nel modo in cui ciò viene ottenuto. Il capitalismo è un sistema economico che lavora intorno al concetto di creazione di ricchezza nel perseguimento della crescita economica per il nazione mentre il mercantilismo si concentra sull'accumulo di ricchezza attraverso l'estrazione di ricchezza che credono sia misurata dalla quantità di lingotti d'oro che la nazione ha in suo possesso. Gli sforzi di estrazione di ricchezza sono aumentati dalla colonizzazione per ottenere più ricchezza.

I capitalisti considerano il singolo membro della società come la figura centrale nella creazione di ricchezza. Credono che la ricchezza di una nazione possa crescere grazie agli sforzi produttivi di ogni individuo. Considerano gli individui naturalmente competitivi. In quanto tali, miglioreranno le loro capacità per ottenere una maggiore efficienza nell'aggiungere valore alla propria ricchezza e di conseguenza contribuire al successo economico della nazione. Non esiste una fine predefinita alla creazione di ricchezza. Le nazioni devono continuare a crescere ogni giorno più ricche. I mercantilisti, d'altra parte, pensano che la ricchezza sia finita e le capacità delle persone dovrebbero, quindi, essere affinate per una maggiore efficienza nell'estrazione da tale ricchezza. Sostengono ulteriormente l'idea che una nazione dovrebbe diversificare e vendere merce ad altri paesi per accumulare più ricchezza evitando l'importazione di merci e Servizi in ordine mantenere una bilancia commerciale positiva. La bilancia commerciale positiva significa che più oro va al tesoro del paese.

Il capitalismo sostiene un ambiente economico competitivo in cui le forze della domanda e dell'offerta determinano il prezzo di beni e servizi. Nel mercantilismo, le industrie sono gestite e controllate da monopoli che sono protetti e supportati dal governo attraverso sussidi.



Dal punto di vista dei capitalisti, agli individui dovrebbero essere concesse libertà e pari opportunità per creare ricchezza attraverso un mercato libero che abbia parità di condizioni e un intervento regolamentare minimo. La libertà dell'individuo di consumare ciò che vuole lo incoraggia a produrre di più e di conseguenza a guadagnare più ricchezza che gli darà più potere d'acquisto. I mercantilisti si oppongono a questo punto di vista e affermano il bisogno per pesante regolamento per impedire alle persone di perseguire i loro naturali motivi egoistici di accumulare ricchezza per se stessi invece di arricchire il loro paese. Credono persino che le persone dovrebbero essere costrette a essere patriottiche e sottomettersi alla regolamentazione. I mercantilisti arrivano al punto di vietare alle persone di acquistare articoli di lusso perché ciò significherebbe che una grande quantità di denaro uscirà dall'economia.

Il mercantilismo è ora considerato estinto mentre il capitalismo è il sistema più popolare adottato da molte economie in tutto il mondo.

Sommario:



1. Il capitalismo vede la creazione di ricchezza come la chiave per la crescita economica, mentre il mercantilismo crede che la prosperità economica possa essere raggiunta attraverso l'estrazione di ricchezza.

2. Una società capitalista sostiene un ambiente di affari competitivo mentre il mercantilismo sostiene il monopolio.

3. Il capitalismo incoraggia la spesa dei consumatori e il godimento della vita al massimo per far crescere l'economia, mentre il mercantilismo scoraggia la stravaganza dei consumatori per impedire il deflusso di denaro dall'economia.



4. Il mercantilismo è ora considerato estinto mentre il capitalismo gode dell'accettazione in tutto il mondo.