Differenza tra costo controllabile e non controllabile

Costo controllo e la gestione è l'aspetto più importante della gestione aziendale in termini di sopravvivenza e redditività aziendale. Inizia il processo di controllo dei costi valutare costi basati su una necessità e sulla pertinenza. In un'azienda, i costi sono inevitabili. Tuttavia, un'azienda può stabilire le priorità in base a controllabile e costi incontrollabili coinvolti nella gestione quotidiana di un'azienda. Gli imprenditori, così come i manager, dovrebbero distinguere tra costi controllabili e non controllabili per una gestione efficiente e monitoraggio dei costi.



Cos'è il costo controllabile?

Questo è un costo che può essere modificato in base a una decisione o necessità aziendale. Questi costi hanno un diretto relazione con un prodotto, reparto o funzione. Gli esempi includono manodopera diretta, materiali diretti, donazioni, costi di formazione, bonus, abbonamenti e azioni legali e costi generali solo per citarne alcuni.

Cosa sono i costi incontrollabili?

Questo è un costo che non può essere modificato in base a a personale decisione o necessità aziendale. I costi sono allocati dal top management a più dipartimenti o filiali. Gli esempi includono l'ammortamento, l'assicurazione, le spese generali amministrative assegnate e l'affitto assegnato solo per citarne alcuni.



Somiglianze tra costo controllabile e non controllabile

  • Entrambi sono costi rilevanti in un'azienda

Differenze tra costo controllabile e non controllabile

Definizione

Il costo controllabile si riferisce a un costo che può essere modificato in base a una decisione o necessità aziendale. D'altra parte, costo incontrollabile si riferisce a un costo che non può essere modificato in base a una decisione o necessità aziendale personale.

Arco di tempo

Mentre i costi controllabili possono essere modificati nel breve periodo, i costi incontrollabili possono essere modificati nel lungo periodo.

Esempi

Un esempio di costo controllabile include manodopera diretta, materiali diretti, donazioni, costi di formazione, bonus, abbonamenti e azioni legali e costi generali. D'altra parte, un esempio di costi incontrollabili include ammortamenti, assicurazioni, spese generali amministrative assegnate e canoni di locazione assegnati.



Costo controllabile e non controllabile: tabella di confronto

Riepilogo dei costi controllabili e non controllabili

I costi nelle imprese sono inevitabili. La mancata gestione dei costi, tuttavia, può essere dannosa per un'azienda. È quindi importante per gli imprenditori e i dipendenti distinguere tra costi controllabili e non controllabili, che consentono loro di prendere decisioni aziendali sane.