Differenza tra esenzione e detrazione

La detrazione e l'esenzione sono disposizioni adottate in materia fiscale con lo scopo di diminuire l'onere fiscale complessivo di determinate persone.



Cos'è l'esenzione?

L'esenzione si riferisce alla situazione in cui il reddito di una persona fisica non è soggetto al metodo di tassazione standard e quindi non addebitato.

L'unico scopo dell'esenzione è ridurre la responsabilità fiscale di un individuo specifico che soddisfa determinati criteri.

Ad esempio, un individuo può ridurre il proprio carico fiscale attraverso l'esenzione qualora richieda l'esenzione fiscale a causa del numero di un dipendente.



Cos'è la detrazione?

Le detrazioni si riferiscono all'importo non soggetto a tassazione. Ad esempio, le persone fisiche sono tenute a sottrarre l'importo, che non è soggetto a tassazione, che include spese e sgravi.

Le detrazioni standardizzate detraggono un importo standardizzato stabilito dall'ente fiscale. Questo importo varia da un paese all'altro e di solito dipende dal fatto che si sia sposati, single o vedovi.

Le detrazioni dettagliate consentono a un individuo di ridurre la propria responsabilità fiscale includendo elementi specifici per le detrazioni fiscali seguendo particolari criteri di qualificazione.



Differenza tra esenzione e detrazione

1) Significato di esenzione e detrazione

La detrazione si riferisce alla sottrazione dell'importo non soggetto a tassazione. Alcuni degli importi detratti devono soddisfare requisiti specifici stabiliti dall'ente fiscale.

L'importo dedotto include sgravi fiscali, sconti fiscali, importi utilizzati per provvedere alle persone a carico e importo utilizzato per provvedere ai servizi sanitari o ai regimi di sicurezza sociale.



L'esenzione si riferisce all'importo escluso dalla tassazione. Alcuni redditi sono esenti da tasse e non contribuiscono al reddito totale di un individuo

2) Calcolo per esenzione e detrazione

Il metodo attraverso il quale vengono calcolate detrazioni ed esenzioni può aiutare un individuo a capire la differenza.

Nel calcolo delle detrazioni, l'intero importo che si è qualificato per le detrazioni viene aggiunto al reddito imponibile lordo dopodiché viene successivamente detratto prima che l'importo totale venga assoggettato alla scala fiscale.

Tuttavia, non tutto l'importo e il reddito che si qualificano per l'esenzione da una parte del reddito imponibile lordo. Le esenzioni vengono detratte prima che venga realizzato il reddito imponibile totale.

3) Obiettivo / Scopo dell'esenzione e della detrazione

Le detrazioni vengono introdotte nella tassazione come metodo per incoraggiare le persone a risparmiare e investire una parte considerevole del loro reddito. Le persone che hanno investito gran parte del loro reddito in determinati strumenti riducono il loro reddito imponibile.

D'altro canto, lo scopo dell'introduzione di esenzioni è garantire che la parte svantaggiata della società non sia sovraccarica.

I paesi hanno un unico metodo di tassazione, che tassa uniformemente le persone ricche e a basso reddito. Per sradicare questa forma di discriminazione, vengono introdotte esenzioni per la popolazione a basso reddito per prevenire lo sfruttamento.

4) Idoneità all'esenzione e alla detrazione

Una detrazione è un criterio condizionale accessibile solo a quelle persone che possiedono qualifiche specifiche fornite dall'ente fiscale.

Le persone disposte a beneficiare delle detrazioni sono incoraggiate a risparmiare una parte specifica del proprio reddito o investire i propri guadagni in aree particolari, che possono includere la produzione e lo sviluppo delle infrastrutture.

Le esenzioni sono un sollievo incondizionato concesso alle persone nella classe sociale più bassa della società per prevenire la tassazione eccessiva e allo stesso tempo consentire loro di avere un potere d'acquisto più elevato e soddisfare i loro bisogni sociali.

5) Concessione e riduzione dell'esenzione e detrazione

Le detrazioni fiscali sono una concessione, che richiede alle persone o alle società di non pagare le tasse che altrimenti sarebbero dovute all'autorità fiscale come incentivo a investire.

I governi utilizzano le agevolazioni fiscali come strategia competitiva per consentire agli stranieri di investire nel loro paese.

Le esenzioni rientrano nell'allentamento fiscale, che garantisce che un importo specifico non sia soggetto a reddito imponibile, alleviando così l'onere fiscale per i gruppi a basso reddito.

6) Reddito imponibile per esenzione e detrazione

La detrazione si applica solo al reddito deducibile. Ciò significa che sono disponibili tutti i profitti, soggetti a detrazioni che includono assicurazione sulla vita, assicurazione medica e donazioni a istituzioni di beneficenza.

Inoltre, le detrazioni saranno consentite solo a persone specifiche che qualificano i criteri particolari.

D'altra parte, le esenzioni sono applicabili solo se il reddito esentasse è idoneo per l'esenzione fiscale. D'altra parte, viene concessa un'esenzione a tutte le persone.

Differenza tra esenzione e detrazione

Riepilogo delle esenzioni e delle detrazioni

  • La detrazione e l'esenzione sono disposizioni utilizzate nella tassazione per ridurre il carico fiscale sulle persone che sono solitamente esposte a livelli di tassazione elevati.
  • Una delle principali differenze tra detrazione ed esenzione è che la detrazione si riferisce alla sottrazione dell'importo qualificato che non è soggetto a tassazione mentre l'esenzione si applica allo sgravio offerto ai lavoratori a basso reddito dove non sono soggetti a tassazione.
  • Altre differenze tra gli aspetti di deduzione ed esenzione includono obiettivi, effetti sul reddito imponibile, un metodo di calcolo, ammissibilità per detrazione ed esenzione, concessione e relazione tra gli altri.